Privacy. Nuova ammissione di errore, è la volta di Facebook: ne abbiamo commesso ‘un pacchetto’

Il fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg (foto), ha ammesso di aver commesso ‘un pacchetto di errori’ nella gestione della privacy degli utenti del popolare social network. Il sito sta per mettere in linea una serie di modifiche dopo un’ondata di proteste scatenata dall’introduzione, avvenuta il mese scorso, di nuove funzionalita’ che permettono agli utilizzatori di far conoscere le pagine internet … Continua a leggere