La sicurezza alimentare secondo l’Europa: intervista a Paola Testori Coggi

coggi.jpgda Help Consumatori

Cosa fa l’Unione Europea per la sicurezza alimentare dei consumatori? Ogni tanto sentiamo parlare di nuovi regolamenti comunitari che obbligano i produttori a scrivere sulle etichette degli alimenti tutti gli ingredienti contenuti, il loro paese d’origine, la presenza di additivi eccetera. Ma sentiamo anche parlare di “sistema di allerta rapido”, soprattutto quando scoppia qualche emergenza alimentare: l’ultimo caso è stato quello dell’Escherichia Coli, che è stato di difficile soluzione poiché non si riusciva ad individuarne l’origine. E nel frattempo il batterio ha provocato decine di morti. Di fronte a questi casi il consumatore entra nel panico sicuramente perché viene bombardato da un’informazione allarmistica, ma anche perché non è a conoscenza degli strumenti e delle leggi di cui l’Unione Europea si è dotata negli anni. Per approfondirne qualcuno Help Consumatori ha raggiunto il Direttore Generale per la Salute e i Consumatori della Commissione Europea, Paola Testori Coggi.

La sicurezza alimentare secondo l’Europa: intervista a Paola Testori Coggiultima modifica: 2011-11-29T16:00:00+01:00da consumatori
Reposta per primo quest’articolo