Farmaci generici. Indagini Ue contro il boicottaggio

farmaci_generici.jpgLa Commissione Europea ha fatto sapere che sta svolgendo indagini a sorpresa nella farmaceutica dei vari Paesi europei, per cercare prove di operazioni illegali tese a ritirare dal mercato i farmaci generici, piu’ economici di quelli di marca. E’ l’ultima tappa di un’indagine che e’ stata avviata nel 2008.
Bruxelles non ha fornito particolari sulle indagini (ne’ aziende ne’ Paesi implicati), ma ha solo il sospetto che le aziende indagate “possano aver messo in atto, da sole o in accordo con altre, azioni per il ritiro di un farmaco dal mercato”.
Solo la britannica AstraZeneca ha per ora confermato di aver ricevuto la settimana scorsa la visita di ispettori relativamente al suo farmaco anti-ulcera Nexium, il piu’ venduto lo scorso anno e che nel 2010 si stima che sara’ venduto con ricavi di 4.800 milioni di euro. Un importo che indica gli utili che si possono ottenere quando dal mercato viene ritirato un farmaco generico col medesimo principio attivo.

Farmaci generici. Indagini Ue contro il boicottaggioultima modifica: 2010-12-06T13:00:00+01:00da consumatori
Reposta per primo quest’articolo