Sciopero Tirrenia. Sindacato irresponsabile. Creare danni solo alla propria controparte e non agli utenti. Lavoratori lo boicottino

tirrenia.jpgda Aduc – di Vincenzo Donvito

La Uiltrasporti ha convocato per i prossimi 30 e 31 agosto uno sciopero su tutta la flotta Tirrenia. I motivi sono la non-apertura di un confronto col Governo nel processo di privatizzazione, per ora al palo, e che dovrebbe concludersi entro il 30 settembre.
Ricordando che la situazione della Tirrenia non potra’ che degenerare -per lavoratori e utenti- proprio per come e’ stato finora messo in atto il cosiddetto processo di privatizzazione (dove allo Stato di sostituiscono le partecipate), non ci interessa entrare del merito dei motivi dello sciopero. Prendiamo invece atto che viene convocato per il 30 e 31 agosto: quando tutte le navi saranno stracolme di turisti (isolani e no) che tornano a casa e che hanno date precise in cui devono riprendere la propria attivita’ lavorativa. Non solo, ma con un”alternativa, nei giorni precedenti e successivi allo sciopero, che non esiste perche’ le navi sono gia’ strapiene da un pezzo (altrettanto per gli aerei per chi optasse per questo mezzo, magari lasciando l’auto sull’isola per prenderla in un secondo momento con ulteriore aggravio di costi).
E’ evidente che il sindacato che proclama un simile sciopero e’ irresponsabile

Sciopero Tirrenia. Sindacato irresponsabile. Creare danni solo alla propria controparte e non agli utenti. Lavoratori lo boicottinoultima modifica: 2010-08-11T10:00:00+02:00da consumatori
Reposta per primo quest’articolo