Farmaci online. Gdf scopre truffa

farmaci-on-line.jpgLa Guardia di Finanza di Imperia ha sequestrato in un magazzino a Bordighera circa 100.000 contenitori di medicinali e prodotti omeopatici, alcuni dei quali scaduti, detenuti in modo illecito, del valore di circa 3 milioni di euro. Sei persone, quattro italiani e due francesi, sono stati denunciati perche’ non avevano i requisiti medici richiesti.
Il magazzino era infatti in uso a una societa’ dedita a spedizioni. La commercializzazione avveniva per lo piu’ via internet e riguardava svariati prodotti, tra cui alcuni che garantivano, a detta della pubblicita’, la guarigione ‘da piu’ di 100 malattie in sole 24 ore’.
Altri medicinali, ha spiegato la Guardia di Finanza, garantivano rimedi sicuri contro l’obesita’, gli stati infiammatori, le vene varicose, i reumatismi, l’ artrosi, artriti, cellulite, problemi epatici e gastrici. Uno di questi prodotti sarebbe riuscito a combattere efficacemente le trombosi venose e tutti i problemi circolatori.
Nel magazzino sono stati rinvenuti anche flaconi e tubetti privi di etichetta, rotoli di etichette, scatoloni contenenti farmaci, o presunti tali, scaduti e recanti l’indicazione ‘cancellare scadenza’.
Presso la finta societa’ di spedizioni era attivo anche un call center, al quale si potevano inoltrare gli ordini. L’utenza telefonica era un numero svizzero che appariva riconducibile a un ‘Centro internazionale terapeutico’. In realta’, componendo il numero telefonico, rispondevano i sei denunciati che operavano, senza alcuna qualifica medica, all’interno del magazzino di Bordighera.

Farmaci online. Gdf scopre truffaultima modifica: 2010-06-26T15:00:00+02:00da consumatori
Reposta per primo quest’articolo