I FARMACI NON SI POSSONO ASSIMILARE AI COMUNI PRODOTTI DI LARGO CONSUMO. NO ALLA VENDITA SENZA FARMACISTA

farmaci.jpgda Federconsumatori
 
Troviamo del tutto improponibile l’ipotesi avanzata dal decreto di riordino del sistema farmaceutico che vorrebbe avviare la vendita di alcuni farmaci negli esercizi commerciali, in assenza del farmacista.
“Accomunare i farmaci ad un qualsiasi prodotto di largo consumo, reperibile tra gli scaffali di un supermercato, è un’operazione gravissima ed inaccettabile” – dichiara Rita Battaglia, Vice Presidente Federconsumatori.
Ai cittadini, infatti, si trasmette un messaggio non solo sbagliato, ma addirittura dannoso, che può portare a sottovalutare la particolarità dei farmaci, che devono essere sempre e comunque distinti dagli altri prodotti.
I FARMACI NON SI POSSONO ASSIMILARE AI COMUNI PRODOTTI DI LARGO CONSUMO. NO ALLA VENDITA SENZA FARMACISTAultima modifica: 2010-05-17T11:00:00+02:00da consumatori
Reposta per primo quest’articolo