L’UE SI MOBILITA A FAVORE DELLA CARTA DELLE DONNE

pane_donne.jpgdi Anna De Gregorio

 

Dall’Unione Europea arriva la notizia che nei prossimi 5 anni sarà promossa, in tutte le politiche europee,  la “Carta Mondiale delle donne per l’umanità”. Questa carta ha origini da un’iniziativa creata della marcia mondiale delle donne che saldamente continuano le azioni iniziate nel 1998 per l’eliminazione della povertà e della violenza verso le donne. Sono molti i documenti internazionali che garantiscono i diritti della persona e in particolare quello delle donne, ma questi documenti non mettono in discussione le basi dei sistemi di sfruttamento e di oppressione e non denunciano né il capitalismo né il patriarcato. Ora, la tutela dei diritti umani delle donne stà ricevendo un impulso significativo grazie agli strumenti internazionali e all’impegno preso dalle Nazioni Unite. Ancora oggi, in molti settori della società, esistono disuguaglianze fra uomini e donne. Per questo, alcuni degli obiettivi fissati da questa carta sono proprio il raggingimento della parità sul mercato del lavoro, l’uguale indipendenza economica per donne e uomini, la parità salariale per uno stesso lavoro o per un lavoro di uguale valore, oltre alla lotta contro la violenza sulle donne. Per ridurre il divario salariale tra uomini e donne che attualmente è del 18%, la Commissione Europea intende sensibilizzare i datori di lavoro, incoraggiare iniziative a favore delle pari opportunità e sostenere lo sviluppo di strumenti per misurare questa disparità. Dunque, verranno rafforzate le sanzioni per chi fa discriminazioni e verrà introdotta la trasparenza salariale, con obblighi di comunicazione periodica sull’andamento della disparità retributiva.

L’UE SI MOBILITA A FAVORE DELLA CARTA DELLE DONNEultima modifica: 2010-03-06T16:00:00+01:00da consumatori
Reposta per primo quest’articolo