Prima di tagliare i costi degli sms ‘italiani’ l’Agcom incontra i gestori

sms.jpgL’Agcom intende ‘recepire’ l’indicazione di Bruxelles, fortemente voluta dal commissario Viviane Reding, di allineare i prezzi a quelli europei anche per gli sms inviati dall’Italia per l’Italia onde evitare una sorta di penalizzazione per i cittadini italiani che comunicano entro i confini nazionali rispetto a quelli che lo fanno utilizzando il roaming in Europa.
A dare un colpo di freno alla decisione dell’Autorita’ che ritiene dunque necessario un allineamento alla pronuncia Ue, la richiesta di audizione presentata da Asstel, l’associazione che riunisce gli operatori di telefonia ed e’ presieduta dall’ad di Fastweb Stefano Parisi, richiesta accettata dall’Agcom.
L’Autorita’ ha ritenuto di ascoltare Parisi con un’audizione che avverra’ presumibilmente gia’ la prossima settimana mentre a stretto giro una decisione dovrebbe comunque essere presa. Del resto la posizione degli operatori e’ nota da tempo e ribadita anche recentemente da Parisi il quale ha sottolineato che in Italia “il prezzo medio degli sms e’ tra i piu’ bassi d’Europa, pari a 3,5 centesimi”. Il presidente di Asstel aveva anche rilevato che sul tema dei prezzi dei ‘messagini’, ‘ l’Autorita’ per le comunicazioni ha gli strumenti per poter intervenire ed e’ la sola titolata a farlo”.
Prima di tagliare i costi degli sms ‘italiani’ l’Agcom incontra i gestoriultima modifica: 2009-11-16T10:00:00+01:00da consumatori
Reposta per primo quest’articolo