SCONFITTA LA SOCIETA’ CHE PRODUCEVA GIUBBOTTI CATARIFRANGENTI FACILMENTE INFIAMMABILI

da Codacons

stri.jpgUna sentenza importante quella del Tribunale di Milano che ha ribadito principi importanti e respinto il tentativo di intimidazione ai danni del Codacons da parte di una società produttrice di giubbotti catarifrangenti.
Come si ricorderà, in una puntata trasmessa nel 2004 da “Striscia la Notizia’, il Codacons lanciò l’allarme circa alcuni giubbotti catarifrangenti (che di lì a breve sarebbero diventati obbligatori per gli automobilisti) i quali risultavano facilmente infiammabili e quindi tali da rappresentare un potenziale pericolo per gli automobilisti. Denuncia che il Codacons depositò in Procura e all’Antitrust, Autorità quest’ultima che diede poi ragione all’associazione emettendo una sentenza che accoglieva in pieno le tesi del Codacons.
Una società, la ADFRA, riconobbe nei giubbotti contestati e mostrati in tv uno da lei prodotto e, ritenendosi diffamata, trascinò il Codacons in Tribunale, attraverso una richiesta di maxi-risarcimento danni pari a 60 milioni di euro, oggi respinta dalla I sezione civile del Tribunale di Milano. I giudici, infatti, non solo hanno ritenuto del tutto sballate le richieste risarcitorie dell’ADFRA, ma hanno anche affermato il principio in base al quale un’associazione come il Codacons ha il diritto ma anche il dovere di avanzare critiche finanche aspre qualora siano legate all’attività di tutela dei consumatori.
Nella sentenza si afferma infatti che il Codacons e il suo Presidente Carlo Rienzi “hanno operato nel quadro degli scopi statutari e nell’interesse dei consumatori attraverso l’esercizio del diritto di critica‘. Per il Tribunale, inoltre, le espressioni utilizzate dal Codacons sono da ricondurre “nell’ambito del diritto di difesa espresso in toni aspri ma non gratuitamente offensivi‘. L’ADFRA dovrà ora risarcire l’associazione per le spese legali sostenute.
“Siamo soddisfatti che si vada affermando un principio generale a favore del Codacons – spiega Carlo Rienzi – principio che farà cadere le decine di azioni intimidatorie a danno dell’associazione, intraprese da imprese e società che tentano di mettere a tacere la nostra voce’.

SCONFITTA LA SOCIETA’ CHE PRODUCEVA GIUBBOTTI CATARIFRANGENTI FACILMENTE INFIAMMABILIultima modifica: 2009-10-12T10:00:00+02:00da consumatori
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “SCONFITTA LA SOCIETA’ CHE PRODUCEVA GIUBBOTTI CATARIFRANGENTI FACILMENTE INFIAMMABILI

I commenti sono chiusi.