Riammesso nel mercato il libro del patron dell’Esselunga contro la Coop

falce-e-carrello.jpgLa Corte d’Appello del Tribunale di Milano ha ordinato la sospensione dell’esecutivita’ di una sentenza che in prima istanza aveva condannato per diffamazione Bernardo Caprotti, patron di Esselunga, per la diffamazione che avrebbe fatto col suo libro “Falce e carrello” nei confronti della Coop. Il libro potra’ quindi ritornare sul mercato fino alla decisione di secondo grado ceh dovrebbe arrivare tra marzo e aprile del 2012.

Lo scorso 15 settembre il giudice aveva deciso che “la pubblicazione, diffusione e promozione degli scritti contenuti nel libro ‘Gace e carrello’ integrano un’illecita concorrenza per denigrazione ai danni della Coop Italia”, e ne era stata inibita la reiterazione della pubblicazione e la diffusione in qualsiasi forma degli scritti ivi contenuti, nonche’ era stato intimato il ritiro dal mercato delle copie invendute.