Scandalo della FONTINA

fontina.jpgda Casa del Consumatore

La Casa del Consumatore si costituirà parte civile, a tutela dei consumatori valdostani e italiani, nei confronti di coloro – allevatori, veterinari e produttori di fontina – che verranno rinviati a giudizio nell’ambito dell’inchiesta relativa: a) al foraggio per le bovine da latte destinate alla produzione della fontina dop acquistata fuori valle (frode in commercio per violazione del disciplinare per la produzione di fontina dop); b) all’abbattimento dei capi infetti, e messa in vendita della relativa carne, per mantenere il titolo di allevamento indenne da tubercolosi, evitando il blocco della stalla al fine di percepire indebitamente fondi pubblici; c) ed infine relativa al traffico di sperma di bovini svizzeri per rendere più aggressive le mucche nel corso delle batailles des reines.

Ai sensi dell’art. 2 del codice del consumo La Casa del Consumatore intende quindi agire a tutela dei consumatori valdostani per vedere riconosciuti i diritti individuali e collettivi di tutela della salute (messa in pericolo dalla vendita di carne potenzialmente infetta), alla sicurezza e qualità dei prodotti (violazione del disciplinare dop per la fontina e frode in commercio) e ad una adeguata informazione e corretta pubblicità.

L’iniziativa è stata promossa dal Vicepresidente dell’associazione, l’avv. Orlando Navarra.

Un pensiero su “Scandalo della FONTINA

I commenti sono chiusi.