Consigli per l’acquisto della TV a LED

tv.jpgda Blog del Consumatore

L’ultima novità degli schermi piatti è la tv a LED.
Ma di che si tratta?
Intanto una precisazione: ormai da qualche anno ci siamo abituati a due diverse tipologie di schermi piatti: i plasma e gli lcd. Le nuove tv a LED appartengono a questa seconda categoria e si differenziano dai tradizionali schermi a cristalli liquidi per la fonte di luce che illumina le immagini.

Nelle tradizionali tv lcd l’illuminazione dell’immagine è affidata a una serie di lampade a fluorescenza (simili a sottilissimi tubi al neon) che variano l’intensità della luce emessa a seconda del tipo di immagine da riprodurre: ad esempio un’immagine notturna richiederà un’intensità ridotta di luce, mentre un paesaggio diurno imporrà l’emissione della massima intensità luminosa da parte delle lampade a fluorescenza.
Come si può intuire dagli esempi fatti, questa tecnologia mostra i suoi limiti laddove debba essere riprodotto un nero intenso all’interno di un’immagine particolarmente luminosa, oppure, al contrario, quando un bianco pieno si trovi in un’immagine buia. È infatti tecnicamente difficile riuscire, con l’illuminazione tradizionale, a riprodurre neri veramente neri e bianchi veramente bianchi quando l’illuminazione retrostante “rema” nel senso opposto. Di qui il noto problema del livello del nero, croce di tanti produttori di schermi a cristalli liquidi.